L’intervista al Mago Dimis su La Sicilia

Passato bene il fine settimana? Il nostro è stato speciale!
Ieri su LA SICILIA cartaceo (nella rubrica “Pausa Caffè” a pagina 42) è stata pubblicata l’intervista che la giornalista Pierangela Cannone ha fatto al nostro Mago Dimis la settimana scorsa.

Una piacevole chiacchierata davanti ad un caffè e un ginseng: Dimitri le ha parlato dei suoi inizi, del Club Magico Catanese, di come è diventato delegato del CMI.

Ve la siete persa? Tranquilli! Ve la riproponiamo qui in formato digitale. Buona lettura!

 

DIMIS, PROVARE PER CREDERE
“ECCO IL NOSTRO CLUB MAGICO”

Lo incontriamo in una zona “neutra”, lontano dai suoi strumenti d’illusionismo. Per quanto ci sarebbe piaciuto scoprire almeno un trucco delle sue magie, con il mago Dimis si inizia a parlare di tutt’altro, giusto per rompere il ghiaccio. Classe 1980, Dimitri è papà di una splendida bambina di appena due anni, Arianna, sua prima fans (con lui nella foto). Mamma Lucia racconta delle prodezze casalinghe della piccola e forse proprio da lei riusciamo a captare qualche segreto, ma il mago è pronto a intervenire e in un attimo di distrazione richiama la nostra attenzione poggiando due palline sul tavolo di un bar. E ci lascia a bocca aperta.
Ma facciamo un passo indietro. Da marzo scorso a Catania è attivo il Club Magico Catanese che, da gennaio di quest’anno, è ufficialmente delegazione del Club magico italiano (Cmi). Ne fa parte Dimitri Tosi, in arte Dimis, vice presidente del club e delegato cittadino per il CMI. Insieme con lui il presidente Davide Collura, il segretario Armando Calabrese e il consigliere Claudio Randazzo. «Siamo tutti professionisti – precisa Dimis – ma il club è aperto a amatori e appassionati e ci sono vicini parecchi i maghi di elevata carriera artistica».

Cosa significa essere promotori dell’arte magica a Catania?
«Innanzitutto avere molte idee. Abbiamo parecchie iniziative in cantiere, come corsi di magia e cartomagia; ai membri del club sarà data la possibilità di incontrare grandi illusionisti nazionali e internazionali, partecipare a conferenze dedicate e incontri mensili di formazione e confronto. Ringrazio il presidente del Club Magico Italiano, Gianni Loria, perché essere insigniti della delegazione è il frutto di un dialogo. Non un punto di arrivo, ma l’inizio di un percorso che intraprendiamo con coraggio. Primo appuntamento il 2 febbraio: accoglieremo Mirco Menegatti, miglior illusionista manipolatore d’Europa e vincitore nel 2011 della bacchetta di platino, ebano e diamanti di Master of Magic. I professionisti dell’illusionismo potranno assistere alla conferenza, attingendo qualche trucco del mestiere».

Quando è nata la passione per la magia?
«Avevo 21 anni, frutto dell’incontro con un salesiano, don Franco Crimì, che mi incantò con un’esibizione di illusionismo; nel 2004, poi, il mio primo spettacolo».

Chi è Dimitri Tosi?
«Sono ecclettico ed estroverso, faccio magia comica e di interazione».

La magia è un’illusione, ma per voi cosa si cela dietro quest’arte?
«Le illusioni sono “cose belle”, che ti permettono di sognare e di credere che, da un momento all’altro, qualcosa di irreale accade. Il coniglio, ad esempio, esce veramente dal fuoco. Il mio è un modo diverso di usare le tecniche magiche rispetto alla tradizione. La sfida, quindi, è rielaborarle e adattarle ai tempi».

Gli intrattenimenti tecnologici hanno allontanato l’interesse dalla magia?
«Assolutamente no, anzi: l’hanno resa alla “portata” di tutti. La magia è un intrattenimento della tradizione, ma online ci sono molti spunti che vanno bene anche per i maghi venerandi. La nuova formula è l’interazione con il pubblico ma anche con lo smartphone, che aiuta a realizzare una magia».

Alla fine degli spettacoli il pubblico ti chiede di avere rivelato qualche segreto?
«Certo. C’è il cosiddetto “brillante” che crede di avere la risposta in tasca o quello che mi chiede come si faccia. Ma il fascino della magia è questo: sapere che non esiste, ma continuare a crederci».

di Pierangela Cannone
COPYRIGHT LA SICILIA©

Seguici sui social e condividi:
0